Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

Domenica, 31 Gennaio 2016 20:44

Dove vanno a finire le arance dello sfruttamento?

"Ecco, mi piacerebbe che il prossimo servizio giornalistico sul caporalato o su Rosarno partisse da questa immagine. Mi piacerebbe che i giornalisti seguissero quel camion, e quelli successivi, per capire dove vanno a finire le arance dello sfruttamento. Un servizio così sarebbe utile, sarebbe molto utile a capire la filiera dello sfruttamento, i costi, chi ci guadagna e perché. Insomma sarebbe utile a comprendere un fenomeno che si ripete tal quale ogni anno.

E invece ci accontentiamo di guardarlo in superficie, perché in fondo ci piace l'immagine del povero nordafricano sfruttato o quella della baraccopoli, dei fornelli da campo, delle donne che preparano un po di riso per i loro figli infreddoliti. Perché ci piace considerare tutto emergenza, ci dà quel pizzico di adrenalina in più. Ma non risolve niente."

Fabio Ciconte, presidente Terra! Onlus