Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

Martedì, 05 Marzo 2013 13:43

Progetto: Orti urbani a Valletta


L’associazione Terra!Onlus porta avanti dal 2011 il progetto orti urbani a Valletta presso il parco urbano Valletta Rio San Pietro, a Cornigliano, nella periferia Ovest di Genova. Il progetto di pianificazione urbana naturale mirato alla realizzazine di orti sinergici collettivi è promossa e realizzata dall’Associazione Terra!Onlus insieme alla rete YEPP. Il parco si sviluppa alle spalle dell’edificato del quartiere di Cornigliano, e rappresenta uno dei pochi parchi urbani della città.


Il parco si articola secondo tre diverse funzioni: la porzione più elevata dell’area è destinata ad orti  assegnati ai residenti ed ad area giochi per bambini,nel settore intermedio, sono presenti percorsi pedonali e un’area spettacoli delimitata da una spalliera di ulivi, mentre nella parte inferiore sono presenti due campi sportivi e un’area gioco. L’accesso e la fruibilità al parco sono resi difficili se non impossibili da un inadeguata, se non assente, segnaletica. Questo parco, l’unico grande polmone verde del quartiere, non è percepito dalla popolazione e quindi sottoutilizzato.


Il progetto ha l’obiettivo di valorizzare i percorsi di riqualificazione urbana e sociale già avviati nel contesto di Valletta Rio san Pietro. Il parco urbano vive dal 2009 un processo di rioccupazione sana degli spazi grazie all’intervento attivo di associazioni del territorio che, attraverso laboratori permanenti di cittadinanza attiva, hanno attivato una rifrequentazione della Valletta e stimolato una ricostruzione dell’immaginario collettivo di questa parte di territorio.


Il primo step di intervento ha previsto, nella porzione più elevata del parco, la realizzazione di un impianto di orti sinergici. Il progetto ha coinvolto molte persone di diverse fasce di età che vivono nelle zone adiacenti all’area di intervento.
Il progetto, ha integrato aspetti ludico educativi con percorsi didattici naturalistici avviati da Terra! sull’uso delle risorse naturali rispetto ai benefici derivanti da una gestione sostenibile del territorio.


Gli orti urbani sono realtà sociale e urbanistica da valorizzare, un modo per sottrarre spazi verdi da eventuali situazioni di degrado o rischio di speculazione edilizia. In particolare quelli di Valletta Rio San Pietro rappresentano, non solo collegamento tra realtà urbana e cultura contadina, luogo di aggregazione di diverse culture e multi generazionale, ma anche risorsa concreta e diretta per fronteggiare eventuali situazioni di marginalità sociale.


Obiettivo generale  di questo progetto è quello di stimolare la partecipazione e la sperimentazione, promuovendo un’alleanza tra la società e lo spazio che questa costruisce intorno a sé. Rappresenta un banco di prova per le pratiche ecocompatibili, contribuendo a salvaguardare la biodiversità nelle aree urbane e la diffusione della conoscenza di questo ambiente.


In questo quadro i giardini/orti possono vivere anche grazie alle iniziative che ospitano, come per esempio  - la festa degli orti - chel’associazione ogni anno organizza, e che dal 2012 si svolge a Valletta Rio San Pietro o come Corniglino Mon Amour, festival di arti di strada e culturahip hop oragnizzato dalla rete YEPP.


Il carattere di luogo aperto a tutti, sede di attività conviviali favorisce l'incontro tra generazioni e culture diverse, aiuta a sviluppare le risorse locali e le relazioni tra le strutture (associazioni, istituzioni educative, case di riposo, centri sociali, ospedali ...), contribuendo alla conoscenza e diffusione della cultura ambientale.


Al di là dei benefici ambientali e della possibilità che, gli orti offrono ai residenti di praticare l’orticultura nel tempo libero, diventano luogo di aggregazione multietnica, di confronto e di scambio di conoscenze.


Si intende così rispondere all'esigenza, sempre più importante e urgente, di ristabilire un equilibrio tra l'inarrestabile processo urbano e l’orto, come luogo di sperimentazione e conservazione della natura, insieme al coinvolgimento e alla partecipazione dei cittadini e della città.


La disoccupazione, l'esistenza di una periferia precaria e la degradazione dello spazio pubblico comportano problemi di difficile soluzione. Inoltre, a causa della mancanza di partecipazione nei processi di rivitalizzazione della città da cui si vede esclusa, la popolazione è spesso afflitta dalla sensazione di non poter fare nulla. Spesso la paura della violenza e il desiderio di sicurezza inibiscono le possibili iniziative di carattere sociale e culturali che hanno bisogno di appoggio e accompagnamento per cominciare a svilupparsi e ottenere un riconoscimento.


In questi anni di attività Terra! ha verificato l’interesse da parte delle amministrazioni locali a sviluppare azioni volte, non solo a tutela il patrimonio naturale, ma soprattutto volte a coinvolgere attivamente e nel lungo periodo la popolazione locale su temi legati allo sviluppo sostenibile della comunità.
Il progetto attualmente coinvolge attivamente circa 7 persone che settimanalmente si recano agli orti li curano e li custodiscono. Nell’area sono presenti, oltre agli orti, un semenzaio ed una serra.


In prospettiva, vista la forte richiesta da parte dei cittadini, amplieremo l’area dedicata all’orticultura, nel mese di Marzo 2013 verrà realizzato un orto didattico dove le scuole possano realizzare laboratori.