Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

Martedì, 03 Febbraio 2015 13:42

A Cornigliano parte il progetto con i cassintegrati Ilva

Il lavoro è dignità, determinazione e buona volontà. 

Lo dimostrano gli operai cassintegrati dell’Ilva di Genova che di stare a casa e far passare il tempo senza un obiettivo proprio non ne hanno voglia. 

Li abbiamo conosciuti, prima seduti a un tavolo istituzionale e poi nel parco urbano di Valletta Rio San Pietro a Cornigliano, dove dal 3 febbraio inizieranno a portare il loro contributo alla comunità, dopo un breve corso di formazione teorico pratico sulla gestione del verde.

Molti di loro sono padri di famiglia e sono quel che rimane di un passato lavorativo, sociale e culturale legato all’Italia industriale. Insieme riqualificheremo il parco, impareremo a potare e gestire gli uliveti, a riconoscere alberature e siepi di pregio esistenti, a tagliare l’erba e sistemare le staccionate di legno, ormai decadute sotto le intemperie. Insieme lo renderemo fruibile ai bambini che verranno in primavera a seminare e a trapiantare semi ma soprattutto insieme proveremo a integrare l’idea di cura del verde pubblico ai concetti di socialità e territorio.

Si perché il parco urbano di Valletta Rio San Pietro in cui ci incontreremo non è “solo” un piccolo polmone verde della periferia di Cornigliano (GE) ma è anche uno spazio umano in cui la società, di fronte alla crisi economica e alla crisi dei rapporti relazionali, non si è arresa e anzi ha risposto concretamente creando un orto comunitario e una rete di associazioni e cittadini molto attiva.

Dicevamo, li abbiamo conosciuti seduti a un tavolo istituzionale. Si perché poi c’è anche la politica, quella fatta dalle persone, quella con cui si può discutere e ragionare insieme; è bastata una telefonata dal Municipio e la disponibilità a sedersi ad un tavolo per capire come potevamo formare e integrare questi giovani operai con il contesto sociale che da anni è presente nel parco urbano di Valletta Rio San Pietro. 

Sono chiamati “progetti di lavori socialmente utili”. 

Noi preferiamo immaginarli come opportunità di nascita di nuove reti e nuove comunità di persone intorno a un bene comune.

 

Partecipano con noi le associazioni: Yepp Genova Cornigliano, Arci Genova, Associazione La Stanza, Piccoli Diavoli, La Torretta, Sorriso Francescano e Teatro Akropolis.

Progetto finanziato da Società per Cornigliano e realizzato in collaborazione con Municipio VI - Genova Medio Ponente, Aster Genova, Comune di Genova (settore parchi e verde pubblico), Protezione civile.