Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

Mercoledì, 10 Maggio 2017 10:46

Il giardino commestibile prende forma

Proseguono le attività del progetto “Il giardino commestibile”, che Terra! porta avanti insieme agli alunni dell’Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi - "A. Magarotto" di Roma. I nostri operatori hanno fatto subito amicizia con i 100 bambini fra i 3 e gli 11 anni che partecipano alle attività di riqualificazione dell’area verde intorno all’edificio. I piccoli sono stati divisi in sette gruppi, ciascuno si è dato un nome e un colore ufficiale, ha scelto il suo animale e il vegetale totem. Agli operatori di Terra!, Vito e Marco, è stato affibbiato un nome nella meravigliosa lingua dei segni.

Il progetto, sostenuto dall’Associazione Il Tulipano Bianco, ha preso forma in un clima di cooperazione: sono stati i bimbi stessi a raccontare come avrebbero voluto migliorare l’aspetto del giardino. Poi hanno scoperto come la natura e i suoi elementi interagiscono con le piante, arrivando a creare i loro primi semenzai portatili all’interno di cassette della frutta. Le piante che nasceranno, saranno trapiantate nei cassoni da installare nel giardino, mostrando ai bimbi la continuità del ciclo vitale degli organismi viventi.
Particolarmente coinvolgente è stato l’incontro sulle piante aromatiche: dopo averle descritte e riconosciute insieme, i ragazzi sono stati chiamati a riconoscerle senza l’aiuto della vista e del tatto, affidandosi soltanto al senso dell’olfatto. Grazie ai loro stimoli, abbiamo capito quale sarà il cespuglio di erbe aromatiche che pianteremo insieme nel giardino commestibile.