Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

Martedì, 10 Ottobre 2017 17:36

Nel giardino commestibile gettiamo i semi del futuro

Riprendono le attività con i bimbi dell’Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi “Tommaso Silvestri – Magarotto” di Roma, con cui Terra! porta avanti il progetto “Il giardino commestibile” sostenuto dall'associazione Il Tulipano Bianco.  

Nella prima parte dell’anno 100 bambini, fra i 3 e gli 11 anni, hanno imparato i cicli naturali e le fasi di crescita delle piante, accostando alle lezioni teoriche dei momenti di pratica, per dare vita a un orto ecologico nel giardino della scuola.

Con l’arrivo dell’autunno sono ricominciati i percorsi didattici che hanno come oggetto il clima e le stagioni, semine e trapianti, la cura e il raccolto. Un modo per coinvolgere alunni, insegnanti e genitori sui temi del rispetto dell’ambiente e delle pratiche virtuose, dal riciclo alla filiera corta, fino all’agricoltura biologica.

Le attività pratiche vedranno i bambini impegnati a ripristinare le bordure intorno agli alberi di ulivo e preparare gli orti e le aiuole per i trapianti autunnali. Inoltre, è prevista la realizzazione di un semenzaio e una compostiera. Questo sarà un momento particolarmente importante, perché grazie al semenzaio i bambini potranno ripetere l’esperienza vissuta insieme agli operatori di Terra! anche nei prossimi anni, vedendo nascere le nuove piante da trasferire poi negli orti.