Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

Domenica, 22 Febbraio 2015 15:58

L'AltraVia

L’AltraVia nasce a Genova con l’idea di creare un polo commerciale, aggregativo, informativo e ludico/formativo legato ai valori e alle pratiche dell’altreconomia, la nuova via al consumo responsabile e alla buona economia di relazione.

L’AltraVia è un progetto di Terra!Onlus, Fair e Yoge, tre realtà differenti, coerenti e complementari. Da sempre condividiamo alcuni ideali e cooperiamo su progetti di altra economia. Cercavamo un luogo per lavorare insieme e abbiamo trovato il Bando pubblico “Ti porto nei caroggi” nell’ambito del progetto europeo “Port et identité – Port” per l’assegnazione di locali nel Sestiere della Maddalena, oggetto di risanamento edilizio. Abbiamo partecipato con la nostra idea e lo abbiamo vinto!



A metà tra il Porto Antico e la ben nota Strada Nuova, l’AltraVia vuole rappresentare il cuore ed il motore di un percorso alternativo attraverso i caruggi e attraverso le scelte di vita, di consumo e di lavoro. Il nome L’AltraVia trova ispirazione nell’omonimo libro di Francesco Gesualdi, una preziosa riflessione sulla necessità di un’altra economia che faccia i conti con i limiti del pianeta ma nel contempo sappia garantire sicurezze e dignità a tutti.

L’analisi del contesto attuale della Maddalenza restituisce un stato di degrado sociale della zona, anche se non mancano alcune realtà promettenti con cui intendiamo metterci in rete. Il nostro progetto di insediamento si propone quindi di intervenire attraverso le seguenti quattro aree di attività:

•    l’AltraVia per il consumo: un negozio di prodotti locali, ecologici e solidali, un punto d’appoggio e di servizio per i GAS della zona;
•    l’AltraVia per l’aggregazione: la rete sul e per il territorio, il percorso di turismo responsabile, il coworking, i temporary show degli artisti locali;
•    l’AltraVia per la formazione: i laboratori ludico/didattici per tutte le fasce d’età sui temi del riuso creativo, dell’autoproduzione e dei nuovi lavori emergenti;
•    l’AltraVia per l’informazione: lo sportello dell’altraeconomia, la totale condivisione del know how, la comunicazione sensibile.

Veniteci a conoscere in Via della Posta Vecchia o seguiteci sulla nostra pagina FB.