Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

Lunedì, 16 Novembre 2015 21:02

Genova, al via il progetto "Evviva! Portiamo il verde alla Maddalena"

Il progetto “Evviva! Portiamo il verde alla Maddalena” è il primo progetto di attivazione territoriale promosso da L’Altravia, che vede coinvolte le tre realtà che la animano ogni giorno: noi di Terra!Onlus, Fair e Yoge.

Il progetto, che sarà realizzato da novembre 2015 fino all'estate 2016, mira a portare il verde, la natura, nello storico quartiere della Maddalena, a Genova, coinvolgendo l'intero territorio e sensibilizzandolo rispetto alla cura di organismi viventi: le piante.

Una sfida importante per un territorio così fortemente urbanizzato, dove la natura spesso viene considerata solo come un'appendice estetica.

Per questo motivo, dopo un'attenta analisi e studio del territorio, sono state individuate alcune azioni in grado di interessare l'intero quadrante e di promuovere la partecipazione attiva di tutti i soggetti che vivono nel centro storico. Tali azioni seguiranno i cicli naturali delle stagioni, il tempo meteorologico, prevederanno l’individuazione di zone di ombra e luce, dove collocare le giuste piante, e il recupero di rifiuti, come le latte, che saranno utilizzate per trapiantare bulbi e creare nuovo verde urbano.

Il sociale e l’ambiente si incontreranno per prendersi cura di organismi viventi che necessitano non solo di acqua, spazio e buona terra ma anche di attenzioni e responsabilità.

Altro focus del progetto "Evviva! Portiamo il verde alla Maddalena" è l'attenzione che verrà posta sulla parola biodiversità, intesa come metafora della multiculturalità presente nel centro storico. Nel corso dell’anno, infatti, verranno organizzati diversi incontri su questo tema. E' per questo che i veri protagonisti del progetto saranno proprio i cittadini e le reti attive nel centro storico quali associazioni, scuole e gruppi informali. Ognuno potrà scegliere il proprio ruolo per seminare bulbi e semi, accudire piante, recuperare materiali, creare opere artistiche che valorizzino il progetto e i temi che lo hanno ispirato:

- i custodi: cureranno, coccoleranno e accudiranno i bulbi e le piante, creando insieme un grande vivaio diffuso nel quartiere;
- i raccoglitori: recupereranno, raccoglieranno latte di ogni tipo e misura e le consegnano all’AltraVia;
- gli artisti: già affermati o ancora “in erba”, decoreranno, creeranno, inventeranno manufatti per abbellire le installazioni;
- i seminatori: promuoveranno il progetto nel quartiere, disseminano latte fiorite alle finestre di amici e parenti e aiutando ad allestire il percorso.

Le principali azioni che verranno messe in campo nel corso dell'anno, saranno:

1. realizzazione di un semenzaio mobile che accoglierà una ventina di bulbi e che verrà affidato a diverse realtà dal mese di novembre fino al mese di aprile. In questa fase verranno distribuite latte con bulbi che verranno poi inserite in alcuni angoli abbandonati del centro storico ad aprile;
2. formazione per insegnanti, con la preziosa collaborazione dell'artista Mauro Martini, al fine di realizzare piccole opere, con materiali di recupero, da usare nell'allestimento del centro storico in una giornata speciale che coinvolgerà anche le scuole;
3. semine e trapianti di piante da ombra nel corso dell’intero anno che andranno a creare delle vere e proprie nicchie ecologiche in diversi punti del centro. Verranno utilizzati come supporto gli arredi urbani già presenti quali per esempio i pali delle segnaletiche. Bulbi, aromatiche e piante da siepe saranno allestite tenendo conto anche dei nomi delle vie, delle piazze e dei soggetti partecipanti.
4. azione collettiva di guerrilla gardening in cui verranno coinvolti ad aprile bambini, famiglie, associazioni e cittadini del centro.

Il progetto “Evviva! Portiamo il verde alla Maddalena” con la collaborazione di Nuovi Profili, Sc'art e l'artista Mauro Martini e con il sostegno di Comune di Genova, Compagnia di San Paolo, Patto per lo Sviluppo della Maddalena.

Contatti: Tel. 0102091376 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.