Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

Lunedì, 03 Aprile 2017 12:29

Nasce la Scuola diffusa della Terra - Emilio Sereni

Sarà la prima scuola di formazione con l'obiettivo di fornire conoscenze e competenze pratiche nel settore dell'agricoltura ecologica. Con questo ambizioso obiettivo apre oggi i battenti la Scuola diffusa della Terra - Emilio Sereni, un progetto di Terra! che prevede sei cicli formativi teorico-pratici nei prossimi quattro anni, coinvolge novanta giovani entro i 40 anni e offre 18 borse lavoro presso tre aziende partner del progetto. Il primo ciclo di formazione inizierà l'8 maggio 2017: per l'invio delle candidature c'è tempo fino al 27 aprile, compilando il form online sul sito www.scuolaemiliosereni.it.

Il contesto in cui sboccia la scuola Emilio Sereni è quello di un mondo ancora lontano dai percorsi di sostenibilità necessari a garantire la tutela della biodiversità e l'affermazione di un modello agricolo in armonia con l'ecosistema. Gli effetti dell’agricoltura industriale hanno compromesso un terzo delle terre coltivabili, mentre l’allevamento intensivo è una delle prime fonti di emissioni che contribuiscono al riscaldamento globale.

Diviene sempre più urgente una trasformazione radicale della produzione agricola e zootecnica, che passi per la valorizzazione di realtà di piccola scala, innovative ed ecosostenibili. Il ruolo delle giovani generazioni è fondamentale per il ripopolamento delle campagne e lo sviluppo di nuovi modelli agricoli.

Per questo, con la Scuola Diffusa della Terra – Emilio Sereni, nata con il sostegno della Nando&Elsa Peretti Foundation, Terra! intende mettere in connessione piccole realtà aziendali già avviate su un percorso di sostenibilità, inaugurando un programma di formazione rivolto ai giovani in cerca di occupazione e, dopo un'attenta selezione dei partecipanti più talentuosi, sostenendo alcuni tirocini in azienda che si traducano in borse lavoro e possibile inserimento nelle aziende.

Il programma coinvolge 3 aziende partner:
Il “Felcetone”, una azienda agricola e zootecnica sul Monte Amiata che si occupa di recuperare e salvare specie a rischio estinzione, sia animali che vegetali. Tra le specie allevate il cavallo nero maremmano, la capra di Montecristo, il suino nero macchiaiola maremmana e la pecora sopravissana.
La “Tabacca”, una azienda agricola sulle alture di Genova Voltri, circondata da 7 ettari di terreno, che produce ortaggi e frutti di bosco. La Tabacca utilizza metodi di progettazione e tecniche di coltivazione ecologiche, come la permacultura, l’agricoltura sinergica e naturale.
La “Cooperativa Co.r.ag.gio”, una cooperativa agricola nei pressi della via Cassia che produce ortofrutta locale, lavorando anche nella formazione ecologica per l'infanzia e allevando animali produttivi per la chiusura del ciclo di gestione agricola e per le pratiche di terapia assistita.

 

Tutte le fasi del processo saranno seguite da un coordinatore di progetto, un tutor, un comitato scientifico, personale esperto nella formazione pratica e teorica e dal personale dell’associazione Terra! per il supporto pratico, amministrativo e organizzativo.
L’offerta formativa verrà continuamente sottoposta a revisione nell'arco dei 4 anni, grazie al comitato scientifico creato ad hoc, che risponderà alle sollecitazioni di nuovi attori che entreranno a far parte dell'offerta formativa stessa ed ai feedback ricevuti dai partecipanti, attraverso la compilazione di un questionario di gradimento a fine corso.

Letto 654 volte