Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

"Ripartiamo dalla terra che non ha confini e trae forza dalle differenze". Con questo messaggio Barack Obama ha ricevuto, martedì 9 maggio, i semi recuperati attraverso il nostro progetto P'orto di Lampedusa al Seeds&Chips, il summit internazionale sulla food innovation tenutosi a Milano.

Fave, lenticchie, orzo, zucchine, sono questi i semi delle coltivazioni dell’isola di Lampedusa - simbolo mondiale di accoglienza, solidarietà e umanità - che Obama ha ricevuto dal Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina.

Un bel riconoscimento del lungo lavoro fatto da Terra!, in questi anni, attraverso gli orti urbani, con il quale abbiamo voluto rilanciare l’agricoltura locale coinvolgendo gli abitanti dell’isola, recuperando le tradizioni e traghettandole nel futuro grazie all’utilizzo di tecniche ecologiche.

Pubblicato in Home

Per il terzo anno consecutivo, Terra! organizza il campo estivo a Lampedusa, un’opportunità di formazione teorica e pratica sull’agricoltura e i temi ambientali, e una possibilità di supportare concretamente il nostro progetto di ‪orti comunitari "P’orto di Lampedusa”. Il Terra! Camp è anche un’occasione unica per conoscere dall’interno la complessa realtà dell’isola, incontrare la sua comunità, scoprire la sua storia ed esplorare le sue bellezze naturali. Durante il campo verranno coinvolte persone e associazioni che da anni lavorano per preservare e monitorare l’ecosistema, promuovere la cultura e l’informazione nell’isola di Lampedusa. Sia i workshop che gli incontri saranno aperti a tutta la cittadinanza e naturalmente agli ortisti lampedusani, attuali e futuri. Le attività pratiche prevedono inoltre la partecipazione degli utenti ortisti del Centro diurno di Lampedusa.

Pubblicato in SuppORTI urbani

C.I.M.A. - Coltivare Integrazione mediante Agricoltura è un progetto realizzato dall’Associazione A Sud in collaborazione con Terra!Onlus, Centro Astalli, Cooperativa Agricola CO.R.AG.GIO, Associazione Agologia e Municipio III di Roma e con il contributo della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo. Il progetto si propone tra gli obiettivi principali quello di fornire un livello base di conoscenze e competenza professionale in ambito agricolo a un gruppo di minori stranieri non accompagnati, ospiti di un centro di accoglienza di Roma, per favorirne il futuro inserimento nel mondo del lavoro e l'inclusione sociale. 

All’interno del progetto C.I.M.A, Terra! ha curato la formazione sui temi della botanica e della biodiversità, del giardinaggio e degli impianti idrici, dell’orticoltura in ambiente agricolo e urbano. 

Pubblicato in SuppORTI urbani

Il 25 e 26 marzo Terra! organizza un nuovo corso di orticoltura didattica a Roma, rivolto a studenti, operatori scolastici, educatori e formatori che hanno a cuore i temi dell’ambiente e dell’agricoltura sostenibile.

Il corso, suddiviso in tre moduli per un totale di 20 ore, ha lo scopo di fornire strumenti teorici ed operativi per integrare i temi dell’orticoltura e della biodiversità con diverse discipline scolastiche.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Ieri Terra! ha partecipato all’inaugurazione del “Polo Ex Fienile” di Roma, una struttura data in concessione dal Comune di Roma a un’ATS guidata da Associazione 21 luglio* che ospiterà a Tor Bella Monaca nuove attività culturali e di ricostruzione della socialità. Tra queste, l’avvio del progetto “Bambini al centro”, di cui Terra! è partner, supportato da Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariplo, Fondazione con il Sud e Fondazione Zancan. Il progetto ha l’obiettivo di offrire servizi educativi e socio-sanitari a bambini da 0 a 6 anni e alle loro famiglie, che al momento non possono accedervi. Le ragioni sono diverse, a cominciare dalle graduatorie piene per gli asili pubblici e dai costi insostenibili di quelli convenzionati. “Bambini al centro” è una prima risposta della società civile ai problemi strutturali di un quartiere abitato da persone in condizioni di vulnerabilità economica, che ospita anche la baraccopoli di via Salone. 

Pubblicato in SuppORTI urbani
Martedì, 22 Novembre 2016 11:17

P'orto di Lampedusa - il primo compleanno

di Silvia Cama, responsabile progetto P'orto di Lampedusa

La festa del primo compleanno degli orti comunitari di P’orto di Lampedusa è stato un momento di condivisione sincera dei risultati raggiunti in questo primo anno di attività.

Scaldati da un tiepido sole autunnale ortisti, bambini, migranti di passaggio, associazioni e partner del progetto sono stati accolti dalle musiche siciliane suonate con fisarmonica e chitarra da Salvatore e Claudio, utenti-ortisti del Centro Diurno dell'isola. I visitatori sono stati accompagnati in una visita all’area di progetto. Passo dopo passo, ne abbiamo ripercorso insieme le fasi: dalla costruzione della prima cupola geodetica fino all’installazione dei pannelli solari. Ciascun ortista ha raccontato il proprio lavoro in campo e gli ospiti del Centro Diurno hanno presentato il loro orto sinergico ricco di prodotti autunnali tra cui cavoli, sparaceddi e finocchi. La festa è stata occasione per tutti di conoscere nuove persone ed esplorare le meraviglie della natura. Grazie all’associazione Ibby Italia, l’evento si è arricchito di letture a tema tradotte in francese e inglese per i partecipanti di altre nazionalità.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Il report "Riqualificare spazi urbani in modo ecologico" vuole essere un’occasione per contribuire a una riflessione sul tema della riqualificazione degli spazi urbani mediante un approccio ecologico. In particolare abbiamo analizzato il caso degli “Orti comunitari” nel Parco Urbano di Valletta Rio San Pietro a Genova, Cornigliano che l’ associazione Terra!Onlus ha curato dal 2011. 

Il progetto degli “Orti comunitari” nel Parco Urbano di Valletta Rio San Pietro mette in luce un fenomeno molto attuale in Italia ovvero il ritorno alla terra con una accezione urbana per soddisfare un bisogno di cibo e di socialità andato perduto nelle ultime generazioni. 

Questo progetto è esemplificativo del metodo ecologico con cui l’associazione Terra!Onlus si approccia ai territori in cui sviluppa progetti e ne rappresenta le caratteristiche peculiari. I progetti e le attività che l’associazione propone non sono calati dall’alto ma sono il risultato di una attenta analisi territoriale che va a integrarsi con il soddisfacimento dei bisogni della comunità locale con cui va a interagire. 

Pubblicato in SuppORTI urbani

In questi ultimi anni il lavoro di Terra! si è concentrato molto sui temi dell’agricoltura urbana e dell’accesso alla terra, partendo dalla consapevolezza che per salvaguardare l’ambiente, aumentare la biodiversità e ridurre le emissioni in atmosfera, è necessario avere un approccio diverso alla terra e al consumo di suolo.

Per questo motivo martedì, 28 giugno, abbiamo organizzato, a Genova - Palazzo Verde, il convegno “Orti urbani, quale visione per il futuro, per fare un punto su questo fenomeno che ha interessato quasi tutte le maggiori città italiane, negli ultimi anni, con tanti cittadini, rappresentanti di realtà associative e amministratori locali.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Martedì 28 giugno, dalle ore 10 fino al pomeriggio, Terra!Onlus organizza a Genova, presso Palazzo Verde, il convegno “Orti urbani, quale visione per il futuro”.

L’agricoltura urbana ha subito una forte espansione negli ultimi anni, complice la crisi che ha alimentato questo fenomeno. Una crisi di identità culturale, di comunità ed economica.

La necessità di organizzare un convegno sul tema dell'orticoltura urbana nasce, da un lato, dall'esigenza di mettere a confronto diverse esperienze, nate per lo più in modo spontaneo, sopratutto in questi ultimi anni, in numerose città italiane, da singoli cittadini e/o gruppi formali o informali che hanno deciso di organizzarsi per realizzare nei propri quartieri, nei parchi e/o negli spazi abbandonati e non manutenuti, progetti di orti urbani, sottolineandone criticità e benefici; dall'altro, dall'urgenza di analizzare le strategie di pianificazione dei comuni e delle amministrazioni locali che, sempre più, mostrano interesse ad andare incontro a questo fenomeno.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Roma - Poco più di un anno fa, Borghetto San Carlo veniva assegnato alla Cooperativa agricola Coraggio attraverso il bando comunale "Roma città da coltivare", frutto della campagna "#terrepubbliche ai giovani agricoltori" promossa dalla Cooperativa Coraggio, noi di Terra!Onlus e l'associazione antimafie daSud, e sostenuta da migliaia di cittadine e cittadini romani.

Dopo un anno, un'altra bella notizia che mette a sistema il lavoro fatto per favorire l'accesso alle terre pubbliche abbandonate ai giovani e per restituire ai cittadini un pezzo di città che hanno contribuito a difendere e liberare: Terra!Onlus e Cooperativa agricola Coraggio lanciano il progetto “Orti pubblici a Borghetto San Carlo” che offrirà la possibilità, a chi volesse aderirvi, di formarsi, prendersi cura di un pezzo di questo terreno pubblico e realizzarci un orto.

Pubblicato in Land sharing

Martedì, 7 giugno, si sono concluse le attività iniziate nel 2014 con il progettoSemi di rappORTI” e portate avanti, anche in questo nuovo anno, insieme all’associazione Popica Onlus.

L’idea alla base del progetto era quella di superare le discriminazioni, escludenti e ghettizzanti, nel quartiere Tor Sapienza di Roma, promuovendo il benessere delle bambine e dei bambini, rom e non, e creando le precondizioni favorevoli per la loro inclusione sociale attraverso il recupero e la gestione condivisa degli spazi verdi pubblici del Centro Culturale Michele Testa e la realizzazione di un sistema di orti sinergici comunitari al suo interno.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Sabato 21 maggio, a Genova, si è concluso, con un’azione collettiva di guerrilla gardening, che ha portato all’installazione di circa 200 tra piante e fiori nel centro storico, e una festa finale a suon di musica, danze e aperitivo local-eco-swing, “Evviva! Portiamo il verde alla Maddalena”, il primo progetto nato dalle tre realtà presenti nell’eco-coworking L’Altravia, ossia noi di Terra!Onlus, Fair e Yoge.

In poco più di sei mesi di lavoro, l’obiettivo di creare un nuovo immaginario estetico legato alla natura e alla biodiversità all’interno del centro storico di Genova, e in particolare nel Sestiere della Maddalena, attraverso incontri, azioni di cittadinanza attiva, semina collettiva, guerrilla gardening, distribuzione di bulbi e piante, formazione nelle scuole e laboratori artistici, si può dire di essere stato raggiunto pienamente.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Dopo quasi un anno di attività “green” nel centro storico di Genova (quartiere Maddalena), eccoci quasi arrivati alla giornata conclusiva del progetto Evviva! Portiamo il verde alla Maddalena, ideato e realizzato dall'eco-coworking L'Altravia di cui Terra! fa parte.

La festa inizierà nel pomeriggio di sabato 21 maggio, alle ore 16: da Piazza Cernaia per le vie della Maddalena, allestiremo con piante e fiori alcune “nicchie” individuate che popoleranno il quartiere. 

La giornata proseguirà con un piccolo concerto a ritmo di musica ecologica, suonata, cioè, con strumenti inventati e realizzati attraverso materiali di recupero, e si concluderà con un  aperitivo local-eco-swing (assaggi a cura di MEt e La Tabacca e balli anni '40 a cura di Mash Up).

Pubblicato in SuppORTI urbani

Parlare di natura in città, in pieno centro storico, è una vera sfida e anche un importante atto di rivoluzione.

Dal nostro insediamento nell'eco-coworking L'Altravia ci siamo chiesti quale, tra le alte mura della città, ricche di storia e diverse identità, sarebbe stato il valore aggiunto della nostra presenza in un luogo e un terreno per noi inesplorato, come era quello del centro di Genova. Portare il verde negli spazi grigi del nostro pianeta è l’azione che più ci viene spontanea fare. Creare partecipazione e comunità intorno ad azioni di questa natura è il modo in cui lo facciamo. Promuovere una cultura ambientalista tra i cittadini ci sembra il modo migliore per avviare un profondo cambiamento nella società civile.

La devastazione della natura in città è un danno pesantissimo che ci portiamo dietro ormai da almeno due generazioni, una perdita incalcolabile dovuta a un susseguirsi di scelte inadatte che ha comportato smarrimento e disagio. Per questo motivo, a Genova, abbiamo scelto di lavorare su Evviva! Portiamo il verde alla Maddalena, un progetto nato per colmare questo vuoto di tutela ambientale,  per parlare di biodiversità in un luogo ricco di diversità e per motivare i cittadini a condividere la cura verso degli esseri viventi: le piante.

Pubblicato in SuppORTI urbani

di Salvatore CECCARELLI

Questo libro, agile e alla portata di tutti, è il frutto di 35 anni di ricerche ed esperienze sul campo, condotte insieme con i contadini e le contadine del Medio Oriente e del Corno d’Africa, per giungere a sostituire alle varietà imposte dalle multinazionali del seme, uniformi e incapaci di adattamento, i miscugli e le popolazioni vegetali custodite e selezionate direttamente dai coltivatori con la partecipazione collaborativa dei ricercatori.

Pubblicato in Altro

Sei mesi dopo l'avvio ufficiale, procedono a pieno ritmo le attività del progetto P'orto di Lampedusa e continuano a crescere, sorprendentemente, i frutti del lavoro svolto finora, sia dal punto di vista sociale e ambientale, restituendoci un quadro più ricco e diversificato di quanto non immaginavamo all'inizio.

L'arrivo di dieci nuovi ortisti, e di altre richieste di particelle di terra, in questi primi mesi del 2016, sono il segnale evidente dell'interesse vivo e crescente, intorno al progetto, da parte della comunità lampedusana.

Pubblicato in SuppORTI urbani

All’interno del progetto Evviva! Portiamo il verde alla Maddalena, promosso dall'AltraVia (Terra!Onlus, Fair e Yoge), sabato 2 aprile, dalle ore 10, abbiamo organizzato tre attività rivolte a grandi e piccoli per stimolare riflessioni e pratiche sul tema della biodiversità naturale e culturale, nel centro storico di Genova.

Il progetto - sostenuto dal Comune di Genova e finanziato dalla Compagnia di San Paolo - ha l’obiettivo di creare un nuovo immaginario estetico legato alla natura e alla biodiversità all’interno del centro storico e in particolare nel Sestiere della Maddalena.

Attraverso azioni di cittadinanza attiva, semina collettiva, formazione nelle scuole e laboratori artistici costruiremo “nicchie verdi” in punti strategici del Sestiere della Maddalena dove saranno installate piante, fiori e manufatti artistici elaborati durante il progetto con l’impiego di latte riciclate e rigenerate. Al centro il rapporto di cura con la terra e il territorio, possibile solo grazie a un processo di cittadinanza attiva e diffusa. E alla costruzione di una visione condivisa di una città più ecologica, (bio)diversa e solidale.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Continua la collaborazione tra Terra!Onlus e Popica Onlus nella Roma delle periferie.
Grazie al progetto A scuola di mondo, da martedì 22 marzo riprendono le attività iniziate con Semi di rappORTI all'interno del Centro culturale Michele Testa di Tor Sapienza.
 
Le bambine e i bambini di Roma e di tutto il mondo proseguiranno il lavoro di recupero e gestione condivisa degli spazi verdi pubblici del Michele Testa e saranno coinvolti in attività teorico-pratoche legate alla cura dell'orto. Impareranno a capire, con l’occasione, l’importanza di una corretta alimentazione, della stagionalità dei prodotti ma anche dei processi partecipativi della nostra città, specie per i più piccoli, una possibile e reale soluzione a pericolose derive xenofobe.
 
Aspettiamo qualsiasi ragazza e ragazzo, bambina e bambino che voglia partecipare, al Casale Michele Testa, via Filippo de Pisis 1, ogni martedi dalle 16.30 alle 18.30.
Pubblicato in SuppORTI urbani
Lunedì, 14 Marzo 2016 22:52

Terra!Camp a Lampedusa 2016

DAL 16 AL 23 LUGLIO TORNA IL TERRA!CAMP A LAMPEDUSA. ISCRIVITI SUBITO! 

 
Per il secondo anno consecutivo, Terra!Onlus organizza un campo estivo a Lampedusa.
Punto di approdo e di ripartenza, Lampedusa viene comunemente raccontata dai mass media solo dopo le tragedie in mare o nei momenti delle cosiddette “emergenze”. 
Ma Lampedusa ha molto altro da raccontare, sia da un punto di vista ambientale che sociale. 
Per questo motivo, anche nel 2016, Terra! ha voluto riproporre un campo estivo sull'isola. Per dare la possibilità a nuovi partecipanti di scoprirne le infinite bellezze naturali, la storia, la comunità, per creare occasioni di incontro, scambio e formazione in un contesto unico e per offrire un supporto concreto al nostro progetto di orti urbani "P'orto di Lampedusa".
Pubblicato in SuppORTI urbani

Lampedusa, 18 dicembre 2015  -  "Oggi è accaduto qualcosa di straordinario a Lampedusa. Qualcosa di impensabile solo pochi mesi fa. Si è svolto, infatti, il Mercat'orto, il primo di una serie di mercatini dei prodotti orticoli coltivati dagli utenti del Centro diurno che abbiamo pensato di organizzare ad ogni cambio di stagione, presso gli orti comunitari del nostro progetto P'orto di Lampedusa.
 
Raccontare cosa è successo sull'isola, mi emoziona un pò.
Pubblicato in SuppORTI urbani

Si è conclusa ieri l'iniziativa di due giorni "Orti in Comune", sostenuta e organizzata dalla Rete degli orti urbani di Roma, Roma Capitale, Gardeniser e Sidigmed presso la Casa del Giardinaggio di Roma.

Un momento importante di riflessione, confronto e formazione per ortisti, cittadini, istituzioni, tecnici dei municipi e amministratori sulla delibera approvata dal Comune di Roma (luglio 2015) che regolamenta, per la prima volta nella storia di questa città, l'assegnazione e la gestione degli orti urbani e giardini condivisi di Roma.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Pietro, Suad, Giuseppe, Silvana, Pino, Antonino, Girolamo, Nunzio, gli ospiti del Centro diurno e un gruppo di mamme. Sono loro i protagonisti del progetto P’orto di Lampedusa ed è con loro che abbiamo iniziato a lavorare, dal 20 settembre 2015, negli orti comunitari di Piazza Brignone, nel centro urbano di Lampedusa.

Non è facile raccontare questi due mesi nella loro completezza e bellezza. Dall’assegnazione di settembre a oggi, l’area interessata dal progetto si è arricchita di relazioni e coltivazioni. Un brulichio di vita, costanti novità, cambiamenti estetici e sociali.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Il progetto “Evviva! Portiamo il verde alla Maddalena” è il primo progetto di attivazione territoriale promosso da L’Altravia, che vede coinvolte le tre realtà che la animano ogni giorno: noi di Terra!Onlus, Fair e Yoge.

Il progetto, che sarà realizzato da novembre 2015 fino all'estate 2016, mira a portare il verde, la natura, nello storico quartiere della Maddalena, a Genova, coinvolgendo l'intero territorio e sensibilizzandolo rispetto alla cura di organismi viventi: le piante.

Una sfida importante per un territorio così fortemente urbanizzato, dove la natura spesso viene considerata solo come un'appendice estetica.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Oggi pomeriggio Terra! e il Centro diurno La Magnolia hanno festeggiato insieme il "Preboggion" della Liguria!

Molti di voi si chiederanno: cosa è il "Preboggion"? Il "Preboggion" è un mix di erbe spontanee e commestibili che vengono fuse in un unico armonioso ingrediente da utilizzare in cucina e che è possibile trovare facilmente nei territori della Liguria. Le più conosciute sono raperonzolo, ortica, borragine, pimpinella e costituiscono un patrimonio di saperi e sapori davvero tipici della cultura genovese.

A questo punto vi starete chiedendo, però, cosa c'entra il "Preboggion" con Terra! e i ragazzi del Centro La Magnolia di Genova? C'entra eccome. Già perché all'interno del progetto “Profumi, sapori e colori agli orti urbani di Valletta Rio San Pietro”, finanziato dalla Regione Liguria nell’ambito del progetto "Costruiamo una Liguria verde, sicura per tutti", Terra! ha organizzato numerose attività, insieme ai ragazzi con disabilità del Centro, strutturate in due percorsi. Uno di questi due percorsi, il "Preboggion" appunto, ha previsto l'organizzazione di diversi incontri nel corso dei quali è stato possibile approfondire la conoscenza di queste erbe spontanee tipiche del territorio ligure.

Pubblicato in SuppORTI urbani
Venerdì, 02 Ottobre 2015 10:10

L’Italia resta OGM-FREE

L’autunno ci porta un buona notizia! L’Italia resta OGM-FREE!

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha reso noto che anche l’Italia ha inviato alla Commissione Europea le richieste di esclusione di tutto il territorio italiano dalla coltivazione di tutti gli OGM autorizzati a livello europeo. Stiamo parlando del tristemente famoso mais MON810 della statunitense Monsanto (unico OGM attualmente autorizzato in Europa per la coltivazione) e di altre 7 varietà di mais transgenici in attesa di autorizzazione. Italia compresa sono 15 i Paesi e quattro le regioni europee che stano chiedendo la formalizzazione dei  bandi nazionali (Italia, Austria, Cipro, Croazia, Francia, Grecia, Lettonia, Lituania, Olanda, Polonia, Ungheria e quattro Regioni Scozia, Irlanda del Nord, Galles e Vallonia). Stiamo quindi parlando di 2/3 dei cittadini europei e della terra coltivabile.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Riportiamo con piacere l'intervista a Giorgia Bocca, vicepresidente di Terra! Onlus, pubblicata su "La vita scolastica" rivista dell'istruzione primaria a cura di Giunti Scuola.

Alla scoperta dell'orto sinergico 

Terra! Onlus è un’associazione ambientalista indipendente che mette in rete persone, associazioni locali e nazionali e gruppi attivi sul territorio, sperimentando forme innovative di attivismo e di networking. L’associazione promuove l’accesso alla terra, sostiene l’agricoltura sostenibile e propone progetti sui territori di riqualificazione urbana. Lavora anche con le scuole, proponendo laboratori e percorsi di creazione di orti sinergici. Ne abbiamo parlato con Giorgia Bocca.

Salve Giorgia, iniziamo dall'ABC. Che cos’è un orto sinergico? 

Pubblicato in SuppORTI urbani

Assegnazione avvenuta! Da oggi anche Lampedusa ha i suoi primi orti comunitari.

Dopo circa un anno e mezzo di lavoro, oggi abbiamo finalmente assegnato le prime particelle di terreno del progetto “Porto l’Orto a Lampedusa” promosso, lo ricordiamo, da noi di Terra! Onlus, in collaborazione con il Circolo Legambiente Lampedusa “Esther Ada”, con il patrocinio del Comune di Lampedusa e Linosa, in partenariato con l’Università di Palermo e la Sovrintendenza di Agrigento e con il sostegno della Fondazione Allianz UMANA MENTE.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Anche Lampedusa avrà i suoi primi orti comunitari. 

Dopo i lavori di riqualificazione realizzati dai partecipanti del primo campo estivo di Terra! a Lampedusadomenica 20 settembre, alle ore 17.30, in piazza Brignone assegneremo le prime particelle di terreno del progetto 'Porto l'orto a Lampedusa' ai lampedusani che ne avevano fatto richiesta. Ricordiamo che una delle particelle, come previsto da progetto, sarà interamente gestita dagli ospiti con disabilità psichiche del Centro diurno dell’isola che diventeranno portatori di “buone pratiche” ecosostenibili nella comunità locale. 

Pubblicato in SuppORTI urbani

Il 15 agosto scorso, si è concluso il primo campo estivo organizzato da Terra! a Lampedusa.

Abbiamo lavorato, per più di una settimana, tutti insieme, volontari grandi e piccoli provenienti da tutta Italia, lampedusani, Terra!, Circolo Legambiente Esther Ada, Università di Palermo, ragazzi del Centro diurno dell’isola, per riqualificare un terreno su cui nasceranno, da settembre, i primi orti del progetto Porto l’Orto a Lampedusa.
E mentre lavoravamo, giorno dopo giorno, abbiamo conosciuto l’isola, i suoi abitanti, abbiamo scoperto che Lampedusa è molto di più di quello che giornali e tv lasciano passare e l'abbiamo raccontato attraverso foto e brevi storie sulla nostra pagina facebook.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Finalmente, dopo anni di lavoro passati al fianco del Comune di Genova, nella Consulta del Verde, cercando di promuovere integrazioni al vecchio regolamento di assegnazione e gestione degli orti urbani, siamo felici di potervi dare questa notizia: l'11 giugno è stato approvato dalla Giunta il nuovo regolamento che, nei fatti, concede più possibilità di accesso ai giovani under 30 e favorisce pratiche ecosostenibili di coltivazione. 

Prima di entrare in vigore, la delibera passerà, nei prossimi giorni, in discussione alla Commissione e al Consiglio comunale ma noi, intanto, festeggiamo per questo nuovo passo in avanti!

Pubblicato in SuppORTI urbani
Venerdì, 12 Giugno 2015 13:56

Terra! Camp, i campi estivi 2015

Tornano i campi estivi di Terra! Onlus. Quest’anno, però, con una importante novità.
Oltre ai campi per bambini e ragazzi (a Genova), abbiamo deciso, infatti, di organizzare anche un campo per adulti (a Lampedusa). Perché crediamo sia importante dare la possibilità a tutti, nessuno escluso, di contribuire a restituire all’ambiente il suo ruolo chiave per uno sviluppo sostenibile e sociale. Anche attraverso un campo, approfittando della pausa estiva.

E allora a luglio o ad agosto, a Genova o a Lampedusa partecipa a un Terra! Camp.
Riavviamo il pianeta, insieme!

Pubblicato in SuppORTI urbani

Mentre anche il secondo girone dell’inchiesta di #MafiaCapitale mostra ancora una volta un pezzo di città dove potere, criminalità, speculazione e pezzi di politica si fondono in un sodalizio del valore di milioni d'euro, dove si guadagnano oltre 24 milioni di euro per segregare i rom in campi etnici, noi abbiamo continuato il nostro lavoro nei territori e, insieme agli amici di Popica Onlus​, in questi mesi siamo stati proprio a Tor Sapienza (quartiere simbolo di un disagio sociale crescente) con un piccolo gruppo meticcio di bambine e bambini con cui abbiamo ridato vita a un pezzetto di terra abbandonato.
Ieri, mentre giravano ancora notizie di nuovi indagati e arrestati del secondo girone di inchiesta di Mafia Capitale, noi eravamo al Casale municipale Michele Testa a festeggiare la conclusione di questa fase del progetto “Semi di Rapporti”. 

Pubblicato in SuppORTI urbani

Torino. Che nella caserma La Marmora di via Asti, uno dei luoghi simbolo della violenza nazifascista e della lotta per la liberazione, dal 3 maggio fosse nato il nostro Orto Resistente ormai lo sapevate.

Quello che non sapete è che nei giorni successivi sono state inaugurate un'aula studio, aperta 7 giorni su 7, 24h al giorno, e la mensa sociale MangiAsti in cui i volontari della Caserma cucinano, per i senza fissa dimora e chiunque ne abbia bisogno, un pasto caldo offrendo, insieme al cibo, anche compagnia e un posto riparato in cui sostare alcune ore (15-19).

Ieri era la Giornata Mondiale dell'Ambiente e noi abbiamo deciso di festeggiarla, raccogliendo e consegnando i primi prodotti del nostro Orto Resistente alla mensa sociale.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Ambiente, autoproduzione, riuso, autocostruzione e socialità. Sono queste le parole chiave del progetto “Piantiamola!” ideato dall’Altro Ateneo Tor Vergata e dall’associazione Terra!Onlus per gli studenti dell’Università Tor Vergata di Roma.

Il progetto, nato inizialmente per realizzare alcuni orti verticali, al fine di rivitalizzare uno dei grigi e anonimi ingressi della facoltà di Scienze MM FF NN, si è trasformato, nel corso dei primi incontri di progettazione partecipata, in un qualcosa di più grande. Il bisogno emerso era quello di creare un nuovo spazio multifunzionale che fosse al tempo stesso luogo di aggregazione e studio ma anche luogo di sviluppo di pratiche ecosostenibili come gli orti urbani verticali.

Pubblicato in SuppORTI urbani
Martedì, 05 Maggio 2015 14:05

E' nato l'Orto Resistente a Torino

Finalmente, domenica 3 maggio, è nato il nostro primo orto a Torino. Ma non è un orto qualunque. E’ l’Orto Resistente!

Una decina di volontari del neonato gruppo di Terra! Torino, si è incontrato infatti domenica proprio per creare un orto, a forma di R, in uno dei luoghi simbolo della Resistenza a Torino: la caserma La Marmora di Via Asti.

Fin dal mattino con zappe e vanghe abbiamo lavorato per liberare il terreno dalle erbacce e per realizzare i bancali che sono stati poi coperti di paglia per ospitare pomodori, melanzane, fagiolini, cetrioli, cipolle, basilico e peperoncini. Un tocco di colore arancione grazie al tagete e l'orto ha preso forma!

Pubblicato in SuppORTI urbani
Giovedì, 30 Aprile 2015 12:14

A Torino sta per nascere l'Orto Resistente

Domenica 3 maggio il nostro gruppo di Torino inizierà il suo percorso verso la creazione di un orto resistente, dentro gli spazi della Caserma La Marmora di Via Asti 22, luogo simbolo della Resistenza.

Nella giornata realizzeremo le aiuole, inizieremo con la pacciamatura e qualche ortaggio, coinvolgendo gli abitanti del quartiere, i bambini e i volontari di Terra del Fuoco che si stanno occupando di mantenere viva l'attenzione su un luogo teatro delle efferatezze della violenza nazi-fascista a 70 anni dalla Liberazione.

Pubblicato in SuppORTI urbani
Venerdì, 03 Aprile 2015 17:02

Orti insieme. Imparare facendo!

La primavera è arrivata e gli orti di Valletta Rio San Pietro a Cornigliano (GE) aspettano solo voi!

Il 18 e 19 aprile abbiamo organizzato un interessante corso-laboratorio per imparare insieme come si cura un orto. Il corso è rivolto a ragazzi con un'età compresa tra i 14 e i 25 anni e a tutti gli adulti che intendono diventare volontari di Terra!

Il programma di "Orti insieme. Imparare facendo!" prevede:

18 aprile, ore 10-17: scopriamo le magie dell'orto con attività di gruppo e scoperta. Come si lavora in un orto? Cosa bisogna sapere per gestirlo al meglio?

Pubblicato in SuppORTI urbani
Venerdì, 03 Aprile 2015 14:50

Vivi con noi l'AltraPrimavera

Finalmente, dopo tanto lavoro, ci siamo. Da aprile partono le prime attività all'AltraVia

Ecco fresco fresco il primo programma degli eventi organizzati da Terra!Onlus, Fair e Yoge per vivere insieme l'AltraPrimavera.

Mercoledì 15 aprile, ore 18 - 20: FACCIAMO L’ORTO SUL BALCONE

Condividiamo una pratica quotidiana che sta già coinvolgendo persone di tutte le età. Anche se non avete un pezzo di terra potete valorizzare gli spazi di casa! Fatelo per fare economia, per sviluppare abilità pratiche, per autosostentamento o per sapere cosa mangiate e mangiare cibo senza pesticidi…facciamolo insieme! Costo 15 euro richiesta prenotazione.

Per avere più info clicca qui.

Pubblicato in SuppORTI urbani

di Today.it

Orti urbani condivisi: come fare uno sul terrazzo di casa. Terra! Onlus ha fatto dell'agricoltura urbana un mezzo di aggregazione sociale e lo scorso fine settimana ha inaugurato un nuovo orto urbano condiviso a Brescia. Ecco i consigli della vice presidente, Giorgia Bocca, per realizzarne uno.

L’agricoltura, oltre ad essere una fonte di sostentamento, può essere un mezzo di riscatto sociale per gruppi emarginati (detenuti, Rom, persone senza fissa dimora), un modo per creare relazioni nelle grandi città, per rendere più verdi, più belle e più vivibili le periferie.

Pubblicato in SuppORTI urbani
Martedì, 31 Marzo 2015 00:00

Nasce l'orto comunitario a Brescia

Durante l’ultimo fine settimana di marzo abbiamo contribuito a far nascere una nuova avventura a Brescia: l’orto comunitario di Sanpolino, nella periferia della città.

Lì un gruppo di amici, determinato e con la voglia di riscattare il quartiere, ha dato vita a “Terra e Partecipazione”, un’associazione nata intorno all’idea di recuperare gli spazi urbani e, in particolare, un ettaro di terra che ha preso in gestione e dove è nato l’orto.

Con l’aiuto delle nostre Giorgia e Francesca, abbiamo quindi realizzato tre giornate di formazione e progettazione dell’area, per aiutarli a restituire speranza a un territorio dilaniato da anni di incuria.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Siete mai stati al Parco Urbano di Valletta Rio San Pietro?

Magari sapete dove si trova ma non sapete che al suo interno vengono organizzate tantissime iniziative, completamente gratuite, per ragazze e ragazzi.

Cogliete l'occasione dell'arrivo delle belle giornate per farci un salto e dare un'occhiata!

Tutti i mercoledì, dalle ore 14 alle 16, anche noi siamo lì, a lavorare al nostro progetto di orti urbani condivisi.

Vi aspettiamo! Per info telefonare al n. 3402707963.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Vivi a Torino e vorresti entrare in contatto con il mondo di Terra!Onlus ?

Ti aspettiamo giovedì 2 aprile, dalle ore 18 presso lo spazio Via Baltea, per conoscerci e parlare delle campagne, attività e progetti della nostra associazione. 

Lo faremo in compagnia di Fabio Ciconte, Presidente Terra!Onlus, Giorgia Bocca, Terra! Genova, e Daniela Milano, Terra!Torino. 

Non mancare!

Evento FB: https://www.facebook.com/events/879514402090394/

Pubblicato in Altro

Il lavoro è dignità, determinazione e buona volontà. 

Lo dimostrano gli operai cassintegrati dell’Ilva di Genova che di stare a casa e far passare il tempo senza un obiettivo proprio non ne hanno voglia. 

Li abbiamo conosciuti, prima seduti a un tavolo istituzionale e poi nel parco urbano di Valletta Rio San Pietro a Cornigliano, dove dal 3 febbraio inizieranno a portare il loro contributo alla comunità, dopo un breve corso di formazione teorico pratico sulla gestione del verde.

Pubblicato in SuppORTI urbani
Sabato, 24 Gennaio 2015 12:33

L'Italia si conferma libera da OGM!

E' stato firmato ieri dai Ministri di Agricoltura, Ambiente e Salute il nuovo decreto che proroga per altri 18 mesi il divieto di coltivazione in Italia del mais Monsanto MON810 - unico OGM attualmente autorizzato a livello europeo. 

Il precedente decreto interministeriale, firmato a luglio 2013, era in scadenza e per far fronte al vuoto legislativo che si sarebbe originato, nell'attesa dell'entrata in vigore delle nuove norme europee che permetteranno agli Stati membri di vietare la coltivazione di organismi transgenici sul proprio territorio nazionale, questo nuovo decreto mette un ponto fermo a tutela dell'ambiente e dell'agricoltura italiana.

Pubblicato in SuppORTI urbani

di Fabio Ciconte, comune-info.net

La giornata di ieri a Tor Sapienza ha bisogno di essere raccontata, nella sua importanza e, insieme, complessità. Nata dall’impulso del Centro Culturale Municipale Giorgio Morandi, dalla Cooperativa Un Sorriso, Antropos e tanti altri, abbiamo voluto rilanciare un segnale di apertura per un quartiere sofferente e arrabbiato, dove la politica dell’emergenza e la marginalità hanno fatto esplodere una situazione di tensione che covava da anni e che a novembre scorso è esplosa nel peggiore dei modi. Nella piccola aiuola all’ingresso del Centro di accoglienza abbiamo piantato un ulivo con l’idea che quel pezzo di terra malconcio potesse diventare una piazzetta di incontro, un piccolo tassello per abbassare il livello di conflitto restituendo un po’ di verde in una via adombrata di palazzi, malconci anche loro. 

Pubblicato in SuppORTI urbani

Il Parlamento europeo ha approvato, a larga maggioranza, la nuova normativa che permetterà agli Stati membri di vietarne la coltivazione nel proprio territorio. A prima vista sembra un passo in avanti - finalmente viene concesso chiaramente ai Paesi Europei la possibilità di vietare la coltivazione di OGM - ma la normativa però è zoppa e contiene trabocchetti. Non permette ad esempio di utilizzare motivazioni di carattere ambientale come base dei bandi nazionali, cosa che ne metterebbe a rischio la solidità dal punto di vista legale in caso di ricorsi da parte di aziende biotech. Introduce inoltre un pericoloso precedente, garantendo alle multinazionali biotech di relazionarsi direttamente con i governi nazionali.

Pubblicato in SuppORTI urbani

E' attraverso le parole del Signor Nicola Marcucci, storico fondatore del centro Michele Testa Tor Sapienza di Roma, che abbiamo deciso di raccontarvi il senso di una giornata speciale come è stata quella di ieri, organizzata con gli amici di Popica Onlus.

Grazie a tutti per essere venuti, grazie ai tanti bambini e al loro sorriso ma soprattutto grazie alle persone come Nicola che da decenni si battono per rendere Roma una città migliore! 

Pubblicato in SuppORTI urbani
Venerdì, 12 Dicembre 2014 14:35

Popica e Terra!: un viaggio nell’altra Roma

La Roma che emerge dall’inchiesta di “Mafia Capitale” è la Roma dove potere, criminalità, speculazione e pezzi di politica si fondono in un sodalizio del valore di milioni d'euro. È  la Roma dove si guadagnano oltre 24 milioni di euro per segregare i rom in campi etnici.  È la Roma dei territori devastati da continue colate di cemento, delle oltre 100mila case sfitte e delle 50mila famiglie senza casa. È la Roma del business dei centri d'accoglienza per migranti e rifugiati politici. È la Roma delle periferie private di tutto e abbandonate.È la Roma dove ogni potere diventa complice.

Ma c'è un'altra Roma, quella che amiamo, che s'incontra sulle strade e si rimbocca le maniche e dai territori si muove. Questa è la Roma con la quale noi abbiamo scelto di misurarci, cogliendone tutte le contraddizioni.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Le comunità rom rappresentano, con le loro specificità e la loro cultura, una minoranza intorno alla quale è doveroso e urgente creare reti progettuali per garantire un adeguato livello di coesione sociale attraverso la valorizzazione delle diversità.

Il progetto “Semi di rappORTI”, che verrà realizzato nel corso dell'anno 2014/2015 grazie al contributo dell’Otto per mille della Tavola Valdese (www.ottopermillevaldese.org), nasce per dare una risposta a questa esigenza: per facilitare, cioè, il superamento delle discriminazioni, escludenti e ghettizzanti, nel quartiere Tor Sapienza di Roma promuovendo il benessere delle bambine e dei bambini, rom e non, e creando le precondizioni favorevoli per la loro inclusione sociale attraverso il recupero e la gestione condivisa degli spazi verdi pubblici del Centro Culturale Michele Testa e la realizzazione di un sistema di orti sinergici comunitari al suo interno

Grazie all’incontro intorno all’orto sarà possibile stimolare la socializzazione nel Centro per allargarla all’intero quartiere, puntando al graduale coinvolgimento di genitori, operatori e cittadini. Il progetto “Semi di rappORTI” ha già vissuto una fase pilota di sperimentazione nel 2012 (v. Orto SarSan); l’alta partecipazione a questa prima esperienza ha portato alla conseguente esigenza di creare un lavoro sistemico in grado di dare continuità al percorso avviato nel “Centro Culturale Michele Testa”, la cui vocazione sembra ormai quella di diventare uno spazio pubblico multiculturale della città di Roma.

Questo progetto è realizzato in stretta collaborazione con l’associazione Popica Onlus che da anni lavora sul territorio di Tor Sapienza. Per maggiori info sul progetto e sugli appuntamenti settimanali contattare il n. 3939306610

 

  

 

Pubblicato in SuppORTI urbani

La coalizione internazionale No patents on Seeds! (No ai brevetti sui semi!) ha pubblicato  un rapporto in cui emerge chiaramente che l'Ufficio Europeo dei Brevetti (Epo) ha già concesso più di 120 brevetti su semi e vegetali ottenuti con metodi convenzionali di miglioramento genetico e circa 1000 altre richieste sono in attesa di concessione.

In molti casi si tratta di piante e semi che si trovano in natura ma che, grazie al brevetto permessi dalle scappatoie delle norme europee, possono diventare di proprietà di poche multinazionali.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Dopo la presentazione del documento “LINEE GUIDA per la gestione degli ORTI URBANI e dei GIARDINI CONDIVISI a Roma” (v. allegato) , alla presenza del vice Sindaco Luigi Nieri e del capo gruppo di Sel Gianluca Peciola, la Rete degli orti, di cui Terra!Onlus è parte, ha avuto modo di presentare le linee guida anche nel corso di un’audizione in Commissione Ambiente, alla presenza del presidente della commissione Athos De Luca, dell’assessore Estella Marino, oltre che alla presenza dei consiglieri, Azuni, Bordoni, Stefàno.

“Questi due incontri rappresentano un atto di fiducia nei confronti dell’amministrazione comunale cui abbiamo affidato un documento frutto di un percorso lungo e partecipato che ha coinvolto decine di realtà presenti sul territorio”, dichiarano i rappresentanti della Rete. “Ci auguriamo che l’amministrazione faccia proprie le indicazioni ricevute e avvii un processo di partecipazione in cui il Regolamento rappresenta solo un primo passo verso la valorizzazione di una realtà in forte crescita.”

Pubblicato in SuppORTI urbani

Parco Garbatella – 12/13 Ottobre 2013
Ore 9,30 – 18,00

Ricordiamo a tutti di portare un telo per sdraiarsi sull’erba, piatti e stoviglie da casa per mangiare in allegria rispettando l’ambiente!



SABATO 12 OTTOBRE
Ore 9,30
“scriviamo insieme il Regolamento per gli orti urbani e giardini condivisi a Roma”

Ore 10,00
laboratorio per bambini “Ricicliamo la carta” a cura di Sabina Lombardo


Ore 11,00  incontro pubblico
“Dagli orti urbani alle terre pubbliche: per una rigenerazione comune del territorio”


Intervengono:
Estella Marino - assessore all’ambiente del comune di Roma
Gianluca Peciola - consigliere comunale
Marta Bonafoni  - consigliera regionale
Cristiana Avenali - consigliera regionale
Andrea Catarci - Presidente Municipio VIII
Emiliano Antonetti  - assessore ambiente municipio VIII
Gabriella Guido - Orti di guerra III municipio
Fabio Ciconte - Terra ONLUS
Coordina Luigi Di Paola - Orti urbani Garbatella/ Parco Garbatella

Pubblicato in SuppORTI urbani
Martedì, 14 Febbraio 2012 14:09

Orto SarSan

All’interno del centro culturale Michele Testa (Roma) abbiamo avviato un piccolo orto con l’intento di facilitare la relazione tra le comunità Rom della zona e gli abitanti del quartiere. Nato come tentativo di superare gli stereotipi, grazie al contatto con la terra è diventato un orto coltivato da bambini e genitori di ogni origine e nazionalità. Un piccolo esperimento che ha riservato grandi sorprese.

Pubblicato in SuppORTI urbani