Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

Venerdì, 30 Settembre 2016 13:33

Al via il progetto "Oltre l’Orto"

Negli ultimi anni il numero delle persone che, pur vivendo in città, manifestano la volontà di coltivare un orto è andato via via cresciuto. Le superfici dedicate agli orti urbani ,negli ultimi tre anni, si sono triplicate, trasformando una pratica individuale in una strategia di urban policy destinata a co-determinare la sostenibilità delle città future. Le ragioni affondano le proprie radici nei cambiamenti socio-culturali avvenuti negli ultimi 15 anni e nei benefici immediati che l’agricoltura urbana è in grado di generare. Gli orti urbani, infatti, non rappresentano solo una risorsa concreta per le singole persone e per le famiglie, ma anche un concetto organizzatore per nuove idee e pratiche sulla qualità̀ della vita. Rappresentano un modo per costruire risultati che hanno a che fare con il rapporto con la natura, l’esercizio fisico, la salute, la nutrizione, l’educazione ambientale, la crescita personale, l’inclusione e la coesione sociale, l’economia locale e molto altro. 

Ma ci si può improvvisare coltivatori, anche se su piccola scala, e ottenere dei risultati soddisfacenti? L’esperienza ormai consolidata sul tema della nostra associazione ci dice che, se da un punto di vista aggregativo e sociale si sono ottenuti degli ottimi risultati e create reti solidali, da un punto di vista produttivo non basta avere un appezzamento di terra e dei materiali per far funzionare un orto. 

Da queste considerazioni nasce la volontà dell’associazione Terra! di sviluppare il progettoOltre l’Orto”, sostenuto con i fondi Otto per mille della Tavola Valdese (www.ottopermillevaldese.org), per fornire, a chi voglia avvicinarsi alle realtà degli orti urbani o già ne fa parte, gli strumenti idonei per approfondire le tematiche essenziali e ottimizzarne le opportunità in termini ambientali, sociali ed economici. 

“Oltre l’Orto” è un progetto pilota che verrà sperimentato a Roma, in due contesti diversi per migliorare e valorizzare due progetti già esistenti: "Coltivare RappOrti" e "Orti pubblici a Borghetto San Carlo". 

Le finalità specifiche del progetto sono:

•garantire ai beneficiari l’acquisizione di competenze agricole specifiche e la possibilità di metterle immediatamente in pratica nella gestione degli orti e nell’individuazione delle scelte migliori da attuare nell’occuparsi dei propri spazi;

  • •far sì che il rapporto con le piante, i frutti, i tempi della natura contribuisca al benessere psico-fisico dei beneficiari e alla loro capacità di prendersi cura non solo delle piante, ma anche di sé stessi e degli altri;
  • •favorire l’apprendimento o la riscoperta del ruolo delle regole del vivere comune, della consapevolezza dei tempi propri e di quelli della natura nel suo continuo divenire, il rispetto degli spazi, degli impegni presi a favore di un obiettivo condiviso, della partecipazione e del senso di appartenenza a una comunità.

Per dettagli, scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.