Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Approfondisci o accetta con i seguenti pulsanti:

di Fabio Ciconte
 
Guardare le immagini del campo, le dirette fb, ascoltare i racconti delle giornate, mi ha fatto vivere le emozioni di un campo che quest'anno non ho vissuto dal vivo.
Non ho vissuto i piatti cucinati da Giorgia - dico questo con un certo dispiacere e un pizzico di invidia perché in 20 anni a Me non ha mai cucinato nulla -. Ho visto l'energia e la professionalità di Silvia che in questi anni ha saputo rendere reale un sogno di tutti noi. 
Ho visto le dirette di Francesca, letto i messaggi di Maria, ascoltato la voce emozionata di Katia. Ho visto Teodoro, Sara, Tommaso, le mani sapienti di Samuele, l'impagabile Nicolò.
 
A volte guardare le cose da lontano serve a capirne meglio il valore. 
 
In questa settimana ho visto un'associazione, Terra!, fatta da tanti di voi e l'ho trovata una cosa bellissima. Perché Terra! è questo: una piccola associazione che in questi anni sta cercando a fatica di costruire qualcosa per l'ambiente e per la società. Voi ne avete fatto parte e ne fate parte oggi a pieno titolo. E io sono orgoglioso di farne parte con voi.
Pubblicato in Home

"Ripartiamo dalla terra che non ha confini e trae forza dalle differenze". Con questo messaggio Barack Obama ha ricevuto, martedì 9 maggio, i semi recuperati attraverso il nostro progetto P'orto di Lampedusa al Seeds&Chips, il summit internazionale sulla food innovation tenutosi a Milano.

Fave, lenticchie, orzo, zucchine, sono questi i semi delle coltivazioni dell’isola di Lampedusa - simbolo mondiale di accoglienza, solidarietà e umanità - che Obama ha ricevuto dal Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina.

Un bel riconoscimento del lungo lavoro fatto da Terra!, in questi anni, attraverso gli orti urbani, con il quale abbiamo voluto rilanciare l’agricoltura locale coinvolgendo gli abitanti dell’isola, recuperando le tradizioni e traghettandole nel futuro grazie all’utilizzo di tecniche ecologiche.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Per il terzo anno consecutivo, Terra! organizza il campo estivo a Lampedusa, un’opportunità di formazione teorica e pratica sull’agricoltura e i temi ambientali, e una possibilità di supportare concretamente il nostro progetto di ‪orti comunitari "P’orto di Lampedusa”. Il Terra! Camp è anche un’occasione unica per conoscere dall’interno la complessa realtà dell’isola, incontrare la sua comunità, scoprire la sua storia ed esplorare le sue bellezze naturali. Durante il campo verranno coinvolte persone e associazioni che da anni lavorano per preservare e monitorare l’ecosistema, promuovere la cultura e l’informazione nell’isola di Lampedusa. Sia i workshop che gli incontri saranno aperti a tutta la cittadinanza e naturalmente agli ortisti lampedusani, attuali e futuri. Le attività pratiche prevedono inoltre la partecipazione degli utenti ortisti del Centro diurno di Lampedusa.

Pubblicato in SuppORTI urbani
Martedì, 22 Novembre 2016 11:17

P'orto di Lampedusa - il primo compleanno

di Silvia Cama, responsabile progetto P'orto di Lampedusa

La festa del primo compleanno degli orti comunitari di P’orto di Lampedusa è stato un momento di condivisione sincera dei risultati raggiunti in questo primo anno di attività.

Scaldati da un tiepido sole autunnale ortisti, bambini, migranti di passaggio, associazioni e partner del progetto sono stati accolti dalle musiche siciliane suonate con fisarmonica e chitarra da Salvatore e Claudio, utenti-ortisti del Centro Diurno dell'isola. I visitatori sono stati accompagnati in una visita all’area di progetto. Passo dopo passo, ne abbiamo ripercorso insieme le fasi: dalla costruzione della prima cupola geodetica fino all’installazione dei pannelli solari. Ciascun ortista ha raccontato il proprio lavoro in campo e gli ospiti del Centro Diurno hanno presentato il loro orto sinergico ricco di prodotti autunnali tra cui cavoli, sparaceddi e finocchi. La festa è stata occasione per tutti di conoscere nuove persone ed esplorare le meraviglie della natura. Grazie all’associazione Ibby Italia, l’evento si è arricchito di letture a tema tradotte in francese e inglese per i partecipanti di altre nazionalità.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Il 23 luglio si è concluso, a Lampedusa, il secondo Terra!Camp organizzato dalla nostra associazione.

Ci siamo presi qualche giorno, prima di sederci davanti a un computer e raccontarvi questa nuova avventura. Non solo a causa della stanchezza arretrata. Il continuo scambio di messaggi tra i partecipanti del campo in questi giorni e la prosecuzione dei lavori nell’area del nostro progetto “P’orto di Lampedusa”, fino alla loro ultimazione, con i volontari rimasti e i lampedusani presenti non hanno lasciato dubbi su quanto questa esperienza abbia segnato in modo indelebile ognuno di noi, che ne abbiamo preso parte. Abbiamo avuto bisogno di qualche giorno in più per analizzare e realizzare tutto questo. E tutto questo ci ha emozionato, e non poco.

Pubblicato in SuppORTI urbani
Lunedì, 01 Agosto 2016 19:02

Linosa Camp

L’Università di Palermo, in collaborazione con Terra!Onlus, propone un campo di lavoro a Linosa, nell’arcipelago delle isole Pelagie (Sicilia). Una settimana all’insegna della sostenibilità, del divertimento, della conoscenza e difesa dell’ecosistema e del territorio.

Il campo si inserisce nell’ambito del progetto LIFE NAT/IT/00093 Pelagic Birds “Conservazione della principale popolazione europea di Berta maggiore e di altri uccelli pelagici delle Isole Pelagie"  

Dal 9 al 12 settembre parti con noi e attivati in favore dell'ambiente!

Pubblicato in Altro

Sei mesi dopo l'avvio ufficiale, procedono a pieno ritmo le attività del progetto P'orto di Lampedusa e continuano a crescere, sorprendentemente, i frutti del lavoro svolto finora, sia dal punto di vista sociale e ambientale, restituendoci un quadro più ricco e diversificato di quanto non immaginavamo all'inizio.

L'arrivo di dieci nuovi ortisti, e di altre richieste di particelle di terra, in questi primi mesi del 2016, sono il segnale evidente dell'interesse vivo e crescente, intorno al progetto, da parte della comunità lampedusana.

Pubblicato in SuppORTI urbani
Lunedì, 14 Marzo 2016 22:52

Terra!Camp a Lampedusa 2016

DAL 16 AL 23 LUGLIO TORNA IL TERRA!CAMP A LAMPEDUSA. ISCRIVITI SUBITO! 

 
Per il secondo anno consecutivo, Terra!Onlus organizza un campo estivo a Lampedusa.
Punto di approdo e di ripartenza, Lampedusa viene comunemente raccontata dai mass media solo dopo le tragedie in mare o nei momenti delle cosiddette “emergenze”. 
Ma Lampedusa ha molto altro da raccontare, sia da un punto di vista ambientale che sociale. 
Per questo motivo, anche nel 2016, Terra! ha voluto riproporre un campo estivo sull'isola. Per dare la possibilità a nuovi partecipanti di scoprirne le infinite bellezze naturali, la storia, la comunità, per creare occasioni di incontro, scambio e formazione in un contesto unico e per offrire un supporto concreto al nostro progetto di orti urbani "P'orto di Lampedusa".
Pubblicato in SuppORTI urbani

Lampedusa, 18 dicembre 2015  -  "Oggi è accaduto qualcosa di straordinario a Lampedusa. Qualcosa di impensabile solo pochi mesi fa. Si è svolto, infatti, il Mercat'orto, il primo di una serie di mercatini dei prodotti orticoli coltivati dagli utenti del Centro diurno che abbiamo pensato di organizzare ad ogni cambio di stagione, presso gli orti comunitari del nostro progetto P'orto di Lampedusa.
 
Raccontare cosa è successo sull'isola, mi emoziona un pò.
Pubblicato in SuppORTI urbani

Pietro, Suad, Giuseppe, Silvana, Pino, Antonino, Girolamo, Nunzio, gli ospiti del Centro diurno e un gruppo di mamme. Sono loro i protagonisti del progetto P’orto di Lampedusa ed è con loro che abbiamo iniziato a lavorare, dal 20 settembre 2015, negli orti comunitari di Piazza Brignone, nel centro urbano di Lampedusa.

Non è facile raccontare questi due mesi nella loro completezza e bellezza. Dall’assegnazione di settembre a oggi, l’area interessata dal progetto si è arricchita di relazioni e coltivazioni. Un brulichio di vita, costanti novità, cambiamenti estetici e sociali.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Assegnazione avvenuta! Da oggi anche Lampedusa ha i suoi primi orti comunitari.

Dopo circa un anno e mezzo di lavoro, oggi abbiamo finalmente assegnato le prime particelle di terreno del progetto “Porto l’Orto a Lampedusa” promosso, lo ricordiamo, da noi di Terra! Onlus, in collaborazione con il Circolo Legambiente Lampedusa “Esther Ada”, con il patrocinio del Comune di Lampedusa e Linosa, in partenariato con l’Università di Palermo e la Sovrintendenza di Agrigento e con il sostegno della Fondazione Allianz UMANA MENTE.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Anche Lampedusa avrà i suoi primi orti comunitari. 

Dopo i lavori di riqualificazione realizzati dai partecipanti del primo campo estivo di Terra! a Lampedusadomenica 20 settembre, alle ore 17.30, in piazza Brignone assegneremo le prime particelle di terreno del progetto 'Porto l'orto a Lampedusa' ai lampedusani che ne avevano fatto richiesta. Ricordiamo che una delle particelle, come previsto da progetto, sarà interamente gestita dagli ospiti con disabilità psichiche del Centro diurno dell’isola che diventeranno portatori di “buone pratiche” ecosostenibili nella comunità locale. 

Pubblicato in SuppORTI urbani

Il 15 agosto scorso, si è concluso il primo campo estivo organizzato da Terra! a Lampedusa.

Abbiamo lavorato, per più di una settimana, tutti insieme, volontari grandi e piccoli provenienti da tutta Italia, lampedusani, Terra!, Circolo Legambiente Esther Ada, Università di Palermo, ragazzi del Centro diurno dell’isola, per riqualificare un terreno su cui nasceranno, da settembre, i primi orti del progetto Porto l’Orto a Lampedusa.
E mentre lavoravamo, giorno dopo giorno, abbiamo conosciuto l’isola, i suoi abitanti, abbiamo scoperto che Lampedusa è molto di più di quello che giornali e tv lasciano passare e l'abbiamo raccontato attraverso foto e brevi storie sulla nostra pagina facebook.

Pubblicato in SuppORTI urbani
Venerdì, 12 Giugno 2015 13:56

Terra! Camp, i campi estivi 2015

Tornano i campi estivi di Terra! Onlus. Quest’anno, però, con una importante novità.
Oltre ai campi per bambini e ragazzi (a Genova), abbiamo deciso, infatti, di organizzare anche un campo per adulti (a Lampedusa). Perché crediamo sia importante dare la possibilità a tutti, nessuno escluso, di contribuire a restituire all’ambiente il suo ruolo chiave per uno sviluppo sostenibile e sociale. Anche attraverso un campo, approfittando della pausa estiva.

E allora a luglio o ad agosto, a Genova o a Lampedusa partecipa a un Terra! Camp.
Riavviamo il pianeta, insieme!

Pubblicato in SuppORTI urbani

Ringraziamo Lush Italia per il sostegno offerto al progetto Porto L’Orto a Lampedusa.

Acquistando la crema Charity Pot  http://bit.ly/1mqgA82, sarà infatti possibile sostenere la creazione di orti comunitari sull’isola attraverso tecniche agricole innovative e con il recupero di varietà autoctone.

Per saperne di più sul progetto: www.terraonlus.it/lampedusa

Scarica il comunicato stampa di Lush Italia

Pubblicato in SuppORTI urbani

La chiusura dell'aeroporto di Lampedusa mi ha impedito di essere lì con voi con tutta me stessa e non solo con il cuore e di esserci insieme ad altri lampedusani che volevano partecipare a questa grande, bellissima giornata.

È veramente una curiosa coincidenza questa: Lampedusa è isolata dal mondo per 4 giorni e proprio nel giorno in cui Porto L'Orto a Lampedusa fa festa, manifestando il valore della solidarietà per la mia isola, in un luogo carico di bellezza e suggestioni come i Fori imperiali, nella città che è il cuore dell'Italia, con tantissime idee ed iniziative virtuose.

Sento quindi il bisogno di mandare a tutti voi questo segno della mia infinita riconoscenza, per dirvi quanto grande, utile, bello sia il vostro lavoro per la mia comunità, che somma alla marginalità geografica un coacervo di problemi specifici e il peso di politiche sbagliate e ingiuste sull'asilo e sull'immigrazione.

Grazie a Terra!Onlus, in particolare all'amico Fabio Ciconte, a Daniele Caucci ed Eleonora Cavallari, per avere pensato a un progetto concreto per aiutare l'isola che aiuta, portando buone pratiche, competenze ed esperienze su un tema di cruciale importanza per le piccole isole che vivono di turismo: il recupero dell'identità locale, la cura del territorio e la relazione tra le persone, stili di vita improntati ad un rapporto armonioso con l'ambiente.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Ecco il programma della giornata:

dalle 11.00 - laboratORTI per grandi e piccini (scarica il programma completo qui)

dalle 11.00 – stand di associazioni, artigiani e produttori
•    Terra!Onlus
•    Legambiente
•    Re:Bike
•    Lush
•    Deanocciola
•    Fattorie Migranti
•    Ass. Barikamà
•    Co.Br.Ag.Or.
•    Az. Agricola Eredi Ferrazza
•    Mine
•    T-riciclo
•    Refugee Scart
•    Az. Agricola Colle della Croce
•    Apicoltura Grazioli Stefano
•    Az. Agricola Orlandi
•    Birrificio Birradamare
•    Caseificio biologico “La Cascina delle pantane”
•    Bisegna Loretta (zafferano)
•    Carassale Fabio (gelato biologico)
•    Az. Vinicola Trebotti
•    Bottega Ecociqua/Altraqualità

dalle 11.00 - musica e contributi artistici
•    la Murga Patas Arriba
•    Elio e gli amici di Mondragone con musica popolare e giocoleria
•    Sara Aprile “la dama bianca”, con canzoni e fiabe per grandi e piccini.
•    Valerio gatto Bonanni in SemiVolanti 'Sciogli e desidera. Atto ambulante con caramelle'
•    L'orchestra dell'Associazione Controchiave
•    Tambores de Privamera, percussioni in libertà
•    Zabò e bauba Divinity, la danza delle bolle
•    RiscARTI, installazioni artistiche con materiali riciclati

alle 14.30 'Un caffè con la Marino'
La rete degli orti romani incontra l'Assessora all'Ambiente Estella Marino per fare il punto e guardare al futuro 'verde e orticolo' della città.

dalle 15.00 - concerto
Tetes de Bois, Popucià, Bamboo, Assalti Frontali e Muro del Canto si alterneranno sul palco a pedali.

Per partecipare alla pedalata mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sul palco saranno presenti anche la giornalista e autrice televisiva Francesca Fornario e il geologo del CNR Mario Tozzi.

Nel corso della giornata è prevista la presenza del sindaco di Roma Ignazio Marino.

 

Pubblicato in CS SuppORTI urbani
Venerdì, 28 Marzo 2014 01:02

P'orto di Lampedusa

Nato nel 2014, il progetto P'orto di Lampedusa si propone di realizzare orti comunitari sull’isola di Lampedusa, seguendo il metodo dell’agricoltura naturale, e di valorizzare le ricchezze dell’isola attraverso la creazione di luoghi di ricerca e sperimentazione così come di socialità e aggregazione della comunità locale.

Crediamo che l’Italia, l’Europa, il mondo siano in debito verso questa piccola isola che accoglie tanti migranti senza mai tirarsi indietro. Abbiamo pensato, quindi, che fosse importante sostenere la comunità di persone che la abita, lasciata troppo spesso da sola.
La realizzazione degli orti comunitari intende proprio superare questo isolamento, non solo geografico, e sostenere il tessuto sociale lampedusano.

Per raccogliere parte dei fondi necessari all’avvio del progetto, il 3 marzo 2014 abbiamo presentato la campagna di crowdfunding "Porto l'orto a Lampedusa" in una conferenza stampa organizzata al Campidoglio e in una serata aperta al pubblico al Teatro Ambra Garbatella, mentre il 13 aprile 2014, per dare ancora maggiore visibilità al progetto, abbiamo organizzato una giornata di festa, incontro e raccolta fondi, a cui hanno partecipato migliaia di cittadini, in un luogo carico di bellezza e suggestioni: i Fori imperiali.
Dall’8 al 15 agosto 2015 abbiamo, infine, realizzato il primo campo di lavoro di Terra! sull’isola, con volontari provenienti da tutta Italia e i lampedusani stessi, per preparare i terreni su cui sono nati i primi orti comunitari di Lampedusa.

Le particelle di terra, sistemate nel corso del campo estivo, sono state assegnate a settembre 2015 agli isolani che ne hanno fatto richiesta e agli ospiti del Centro diurno di Lampedusa. Il progetto P'orto di Lampedusa mira, infatti, a favorire anche l’inclusione sociale degli ospiti del Centro (persone con disabilità fisiche e psico-intellettive) creando, attraverso la realizzazione degli orti, un luogo di scambio, interazione ed espressione; l’agricoltura, perciò, sarà utilizzata anche come strumento di riappropriazione da parte dell’individuo della propria identità e del proprio ruolo nella società.

Obiettivi del progetto

Per una comunità che ha fatto tanto, crediamo che tutti noi siamo chiamati a dare un riconoscimento all’isola e ai suoi abitanti. Per questo il progetto P'orto di Lampedusa intende valorizzare la dignità di questa terra e della comunità di 6mila persone che la abita e che spesso viene dimenticata nelle difficoltà.

Gli orti che saranno realizzati avranno, perciò, una doppia valenza: sociale e ambientale. Da un lato si intende rafforzare il tessuto connettivo della comunità lampedusana, su cui troppo spesso grava il peso dell’emergenza, dall’altro restituire all’isola quella vocazione agricola ormai esaurita.

In questo contesto sociale abbastanza complesso, particolarmente sentito è anche il bisogno di rilanciare nuove capacità di coinvolgimento e iniziative di inclusione sociale per persone con disabilità e il progetto P'orto di Lampedusa costituisce una possibile risposta a tale bisogno. Il progetto prevede, infatti, la creazione di una rete di scambio esperienziale ed emozionale tra le persone con disabilità, i contadini, i produttori e i cittadini dell’isola di Lampedusa, l’attivazione di “buone pratiche” e lo scambio di competenze e conoscenze di cui si faranno portatori i partecipanti stessi del progetto.

Partner del progetto:

• Circolo Legambiente Lampedusa “Esther Ada”
• Università di Palermo – Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali
• ASP Palermo – Dipartimento Salute Mentale, Dipendenze Patologiche e Neuropsichiatria Infantile e dell’Adolescenza, a cui fa riferimento il Centro Diurno di Lampedusa
• Sovrintendeza di Agrigento

Patrocini al progetto:

• Comune di Roma Capitale
• Comune di Lampedusa e Linosa

Sostegno al progetto:

• Fondazione Umana-Mente
• Lush Italia
• campagna di finanziamento dal basso http://www.finanziamiiltuofuturo.it/lampedusa

Cosa puoi fare tu?

• Partecipa al progetto
• Partecipa alle iniziative riguardanti il progetto promosse da Terra!
• Diffondi la notizia, gli aggiornamenti sul progetto tra i tuoi contatti! Ci aiuterai a portare la nostra voce lontano.

Grazie!

Il progetto si svilupperà principalmente in due terreni pubblici, nel centro urbano di Lampedusa. Entrambi i terreni sono adiacenti a Corso Roma, la via pedonale principale di Lampedusa, nello specifico uno dei due è confinante con Piazza Brignone, una delle piazze principali dell’isola. Ai terreni individuati si accede facilmente sia a piedi che in macchina.

I lampedusani sono i protagonisti di questo progetto.
A settembre verranno assegnati gli orti a tutti i lampedusani che ne hanno fatto richiesta e agli ospiti del Centro Diurno.

In una prima fase, il progetto coinvolgerà una trentina di ortisti.
Alcuni lotti verranno assegnati, invece, sulla base di specifiche esigenze; per questo oltre a quelli assegnati alle ragazze e ai ragazzi del Centro diurno dell’isola, un lotto verrà, in seguito, assegnato a un gruppo di studenti della scuola superiore alberghiera di Lampedusa.

Nella seconda fase di realizzazione, ad ampliamento del numero di particelle effettuato, verrà assegnato anche un lotto agli alunni delle scuole elementari come orto didattico.

ATTIVITA’ 1: realizzazione del semenzaio

Si prevede la realizzazione di un semenzaio, mediante l’utilizzo di materiali di recupero, che sarà messo a disposizione degli ortisti assegnatari e dato in gestione agli utenti del centro diurno, i quali verranno coinvolti direttamente anche nella realizzazione del semenzaio stesso. Nel semenzaio verranno messe poi a dimora talee e semi autoctoni che, una volta diventate piantine, potranno essere trapiantati, coltivati e curati negli orti comunitari.

I semi e le talee verranno reperiti dai ragazzi del Centro diurno, dai contadini dell’isola e dalla Riserva Naturale di Lampedusa.

ATTIVITA’ 2:  realizzazione degli orti in agricoltura naturale

In una prima fase saranno realizzate diverse particelle, di dimensioni varie. Gli orti comunitari saranno assegnati e realizzati dal gruppo di utenti con disabilità del Centro diurno e da gruppi di persone, famiglie o singoli abitanti dell’isola che ne hanno fatto richiesta.

ATTIVITA’ 3: realizzazione delle compostiere

Sarà ricavata e realizzata un’area adibita allo smaltimento dei rifiuti organici attraverso la realizzazione di compostiere. Attraverso il corretto utilizzo delle compostiere si otterrà compost utile a fertilizzare gli orti.

Il servizio di smaltimento sarà messo a disposizione degli ortisti assegnatari e della comunità dell’isola. A tal fine, sarà organizzato un sistema di raccolta: sarà prevista sia la possibilità dei cittadini di usufruire del servizio in maniera autonoma raggiungendo il sito, sia l’attivazione di un sistema di raccolta porta a porta nei confronti dei negozi di frutta e verdura dell’isola realizzato dagli utenti con disabilità, favorendo in questo modo un’interfaccia diretta fra questi ultimi e il resto della comunità dell’isola.

ATTIVITA’ 4: realizzazione del giardino degli aromi

Gli utenti del Centro diurno saranno coinvolti direttamente nella realizzazione di un giardino degli aromi. L’area sarà dedicata alla coltura di piante aromatiche e medicinali, legate tra loro secondo sinergie che ne valorizzano l’utilità reciproca e il disegno compositivo. Le essenze prodotte saranno lavorate e trasformate in preparazioni culinarie all’interno della cucina a disposizione del centro diurno e saranno messe a disposizione degli ortisti assegnatari.

ATTIVITA’ 5: laboratori teorico-pratici di educazione alimentare

Si prevede la realizzazione di laboratori teorico-pratici volti a stimolare l’utilizzo in cucina di prodotti agricoli ottenuti mediante il metodo dell’agricoltura naturale. I laboratori saranno sviluppati all’interno della cucina messa a disposizione del Centro diurno e saranno rivolti agli utenti con disabilità e all’operatore della struttura. Nel corso di ciascun incontro sarà valorizzato a livello culinario ogni singolo prodotto agricolo stagionale che sarà direttamente colto dall’orto e portato in cucina per essere trasformato. L’obiettivo è quello di sensibilizzare gli utenti del Centro all’educazione alimentare e alla stagionalità dei prodotti. Attraverso questo tipo di incontri verranno inoltre valorizzate le qualità alimentari delle erbe aromatiche coltivate nel giardino degli aromi e delle erbe spontanee caratteristiche dell’isola come il finocchietto selvatico, gli asparagi selvatici e il finocchietto marino.

ATTIVITA’ 6: Mercatino stagionale dei prodotti agricoli

Il mercatino rappresenta un ottimo mezzo di riscontro pratico dei risultati ottenuti. In base alle occasioni che si renderanno disponibili sull’isola, saranno organizzati piccoli mercati dei prodotti agricoli. Il mercatino sarà gestito direttamente dagli utenti del Centro diurno e attraverso di esso verrà messo a disposizione degli isolani il surplus proveniente dalla coltivazione degli orti e i prodotti orticoli trasformati durante i laboratori di cucina, come conserve e prodotti essicati.
Sarà possibile realizzare un mercatino ad ogni cambio stagione, in modo da valorizzare l’importanza del consumo di prodotti stagionali. I ricavi del mercatino potranno essere utilizzati per l’acquisto di beni utili alla cura e al mantenimento degli orti.

ATTIVITA’ 7: Formazione

Elemento fondamentale del progetto è la volontà di creare un sistema virtuoso e replicabile che, nel tempo, si renda autonomo e indipendente dall’associazione.
Per il raggiungimento di questo obiettivo la formazione è uno strumento indispensabile.
Le attività di formazione saranno rivolte agli utenti del Centro diurno, all’operatore, agli ortisti e alla comunità locale interessata, e saranno organizzate nella forma di incontri, attività teorico-pratiche e laboratori.

 

Pubblicato in SuppORTI urbani

Domenica 13 aprile ci vediamo ai Fori Imperiali per una giornata di festa dedicata al Progetto “Porto l’orto a Lampedusa”, promosso da Terra!Onlus e dal circolo di Legambiente Lampedusa, con l’obiettivo di realizzare degli orti urbani sull’isola.

Musica, dibattiti, degustazioni di prodotti locali e lampedusani, vini biologici e birre artigianali, saranno gli ingredienti di una giornata dove i Fori Imperiali faranno da punto di contatto con la comunità lampedusana, produttori agricoli, cooperative di migranti e ortisti.

Un modo diverso per raccontare Lampedusa, la cui identità non è quella distorta dai media nel racconto di una tragedia senza fine, ma quella di chi lì vive o ci transita. Un'isola che è soprattutto un approdo sicuro per migliaia di persone che hanno avuto salva la vita, per iniziarne una nuova.

Un’isola la cui comunità ha saputo accogliere e soccorrere. Da sempre.

Pubblicato in SuppORTI urbani
Mercoledì, 05 Marzo 2014 11:00

Parte la campagna Porto l’Orto a Lampedusa

Parte la campagna Porto l’Orto a Lampedusa, iniziativa ideata da Terra!Onlus e dal circolo di Legambiente Lampedusa “Esther Ada” e patrocinata da Roma Capitale e dal Comune di Lampedusa.
Il progetto nasce dall’idea di realizzare degli orti urbani da assegnare agli abitanti dell’isola con un duplice obiettivo: sociale e ambientale. Da un lato per creare uno spazio di aggregazione dove, attraverso la coltivazione di un lembo di terra, si possano coltivare rapporti e relazioni sociali. Dall’altro per restituire all’isola quella vocazione agricola ormai esaurita.

Attraverso questa campagna, presentata ieri a Roma dal presidente di Terra!Onlus Fabio Ciconte, alla presenza del Sindaco di Roma Ignazio Marino e della Sindaca di Lampedusa, Giusy Nicolini,  verranno raccolti i fondi necessari a realizzare il progetto.

Domenica 13 aprile, dalle 11 fino al tramonto, nella cornice dei fori imperiali, cittadine e cittadini potranno vivere una giornata di festa ed eventi, partecipando attivamente alla raccolta fondi del progetto.
Luogo unico di Roma e dell’Italia, i Fori saranno il punto di contatto simbolico tra la capitale e la comunità lampedusana, occasione di incontro tra produttori agricoli, cooperative di migranti e ortisti.

Per una comunità che ha fatto tanto in un contesto sociale complesso, dimostrando di saper accogliere e soccorre, crediamo che tutti noi siamo chiamati a dare un riconoscimento all’isola e ai suoi abitanti.

Per sottoscrivere sarà possibile donare partecipando alla campagna di CrowdFunding: www.terraonlus.it/lampedusa

Per maggiori informazioni scarica il comunicato stampa dell'evento.

Pubblicato in SuppORTI urbani

Vi aspettiamo lunedì 3 marzo a Roma al Teatro Ambra Garbatella per presentarvi una nuova avventura di cui siamo molto fieri! In questa serata vi racconteremo due progetti importanti che partono entrambi con l’idea forte di voler mettere finalmente al centro Lampedusa, i suoi spazi ed i suoi abitanti:

parleremo di ‘Porto l’orto a Lampedusa’ un progetto di Terra!Onlus e Legambiente Lampedusa e del gemellaggio tra il Municipio Roma VIII e l’isola, come risposta alla strage del 3 ottobre e alla più generale situazione dei migranti, utilizzando come filo conduttore della serata il libro ‘La vita ti sia lieve’ di Alessandra Ballerini (con la prefazione di Erri De Luca) che racconta tante storie di migranti, di chi nell’isola ci vive … e anche di orti!

Una serata in cui si alterneranno artisti, musica, letture e racconti per un’isola, Lampedusa, i suoi abitanti e per tutte quelle persone che in questi anni hanno provato a transitarvi con l’idea di costruire un futuro di speranza.

Pubblicato in SuppORTI urbani