Perchè Emilio Sereni?


La scelta di intitolare a Emilio Sereni una scuola per giovani agricoltori fondata sui concetti di ecologia, sostenibilità e innovazione, nasce dalla volontà di riattualizzare il pensiero di un uomo considerato il precursore di idee concretizzatesi almeno due decenni più tardi.

Emilio Sereni (1907-1977) è stato uno scrittore e storico dell’agricoltura di straordinaria importanza per la cultura italiana. Nella sua visione del lavoro agricolo come scrigno di saperi e di pratiche “contadine” capaci di proteggere l’ambiente e preservare la qualità del paesaggio, è visibile in nuce l’approccio alla sostenibilità e al recupero della biodiversità che oggi è divenuto urgente per contribuire alla transizione ecologica.

Nell’idea di Sereni, l’agricoltura moderna si sarebbe dovuta basare su piccole realtà, libere e volontariamente associate. Lo spirito dell’agricoltura ecologica di nuova generazione affonda le sue radici in questo modello, composto da aziende orientate alla riduzione dell’impronta ecologica, per ristabilire un equilibrio tra attività umane e risorse naturali.