La scuola


Mentre aumenta lo squilibrio tra crescita della popolazione mondiale e produzione di cibo, la relazione tra agricoltura e cambiamento climatico è ampiamente riconosciuta dal mondo politico e scientifico internazionale.

Lo sviluppo della zootecnia industriale e le nuove metodologie di alimentazione, con un consumo di carne in continuo aumento, hanno prodotto un vertiginoso innalzamento delle emissioni di CO2, tanto che oggi secondo la FAO rappresentano il 30% del totale.

Le foreste in tutto il mondo sono tagliate ad un ritmo impressionante per far posto agli allevamenti e alle colture estensive ad uso animale, contribuendo così al riscaldamento globale attraverso la riduzione di grandi polmoni verdi fondamentali per l’assorbimento del carbonio.

Il modello agricolo basato sulle monocolture industriali, l'intenso uso dei pesticidi e fertilizzanti stanno accelerando alla perdita di biodiversità: gli attuali tassi di estinzione delle specie animali e vegetali sono dalle 10 alle 1000 volte più alti di quelli naturali.

Grandi organismi internazionali, dall’IPCC all’UNEP, dalla FAO alla Banca Mondiale, riconoscono oramai che un cambio di passo e nuove forme di sviluppo equo e meno impattante sull’ambiente siano ormai diventate non rinviabili, al fine di arrestare il riscaldamento del nostro pianeta e garantirgli un futuro stabile e sostenibile. Le recenti politiche agricole dell'Unione Europea tentano di favorire l’introduzione di giovani in agricoltura, cercando di reimpostare nuovi modelli di sviluppo a partire proprio dal settore primario e di accelerare un cambio generazionale.

Per favorire lo sviluppo di un diverso e più sostenibile modo di fare agricoltura e allevamento, Terra! ha fondato la Scuola Emilio Sereni, una risposta alle un progetto di formazione rivolto a giovani aspiranti agricoltori, che offre gli strumenti per mettere in pratica un modello agricolo ecologico. Ideata insieme alla Nando and Elsa Peretti Foundation, la Scuola prevede 6 cicli di formazione teorica e pratica in 4 anni, con 18 borse lavoro per i partecipanti meritevoli in 3 aziende partner. Una risposta concreta ai tanti giovani che in questi anni chiedono un aiuto per avvicinarsi all’agricoltura. Nel mezzo di una profonda crisi sistemica economica e sociale innescatasi all’alba del terzo millennio, attraverso questo progetto e per mezzo di esempi concreti, Terra! cerca di fornire soluzioni positive, con la speranza che in futuro possano essere approfondite, divulgate e affrontate in maniera più dettagliata da tutti quei portatori di interessi che gravitano attorno ai temi che l’associazione porta avanti, dall'agricoltura ecologica alla rinascita delle comunità, dalla riappropriazione dei beni comuni al rispetto della dignità umana.